Correre con il proprio Partner

Categorie

Praticare sport insieme al proprio partner può portare diversi benefici sia alla relazione che alla performance atletica. L’allenamento di coppia è un ottimo metodo per passare un po’ di tempo con il vostro partner e allo stesso tempo mantenere la forma fisica. Scoprite in questo articolo gli effetti positivi dell’andare a correre con il proprio partner.

Insieme verso un obiettivo comune

Innanzitutto il primo aspetto positivo del correre in coppia è il condividere uno sport e obiettivi comuni. È una combinazione speciale per passare del tempo insieme perseguendo una passione comune e sostenendosi a vicenda. Praticare uno sport in due è molto più stimolante e divertente che farlo da solo. Chiacchierare durante la corsa e motivarsi per uscire di casa quando c’è brutto tempo sono ulteriori vantaggi. Scambiatevi esperienze, consigli, decidete insieme il programma, i giorni e gli orari dell’allenamento.

Correre con il proprio partner è anche un’occasione per rompere la routine giornaliera. Potrete riscoprire il piacere di fare qualcosa insieme e mettere un po’ di pepe nella relazione. Un’attività sportiva comune può anche far emergere lati e peculiarità del partner che non sono visibili nella vita quotidiana – se questo deve essere visto come positivo o negativo resta da vedere 😉

Superare i propri limiti

La pratica sportiva di coppia è anche un modo per oltrepassare i propri limiti. Probabilmente il livello fisico e atletico dei due partner è differente: ciò non deve essere un ostacolo ma rendere l’allenamento ancora più stimolante.

Non fate finta di essere allo stesso livello, ciò porterebbe solo nervosismo e problematiche nell’allenamento: chi è più performante non deve abbassare troppo il proprio livello per adattarsi a quello del partner, perché sarebbe frustrante. Al tempo stesso l’altro non può spingersi troppo oltre le proprie capacità, perché l’allenamento diventerebbe deleterio e porterebbe solo a stress e infortuni per sovraffaticcamento. Siate onesti l’uno con l’altro e pianificate l’allenamento in maniera conforme alle doti atletiche di entrambi.

Ecco alcune idee su come rendere l’allenamento stimolante per tutti e due:

  • Allenamento a intervalli: affinché l’allenamento a intervalli abbia senso per entrambe le parti, è importante che il ritmo sia adattato alle capacità dell’individuo e non sia basato su quello del partner. Tuttavia, se la partenza è nello stesso luogo e alla stessa ora, la persona più veloce può girarsi durante l’intervallo per essere in grado d’iniziare allo stesso livello del suo compagno di allenamento alla prossima partenza. In caso di differenze minori nelle prestazioni, la persona più lenta può anche aumentare la velocità durante la pausa di carico.
  • Allenamento frazionato: questa è un’opzione particolarmente utile per le sessioni di allenamento lunghe. La persona con l’abilità maggiore può prima correre da sola per un po’ e poi completare la seconda parte dell’allenamento con il partner.
  • Concentrarsi sulla tecnica: allenarsi con una persona leggermente più lenta è una buona occasione per affinare la propria tecnica di corsa. Sfrutta l’opportunità per migliorare la cadenza, la respirazione e la postura.
  • Coaching reciproco e miglioramenti tecnici: la persona più esperta può trasmettere la propria conoscenza sulle tecniche di corsa.

Rafforzare la relazione

Infine praticare sport con il proprio partner aiuta a rafforzare la relazione (almeno si spera!). Se la corsa è una passione per entrambi, non solo condividiamo ciò che amiamo con chi amiamo, ma vivacizziamo questa passione rendendola più divertente e stimolante. Gli sforzi condivisi per arrivare a un obiettivo comune (partecipare e finire una maratona per esempio), i ricordi delle sessioni di allenamento, passare del tempo insieme nella natura e rilassarsi dopo l’allenamento – tutti questi aspetti cementano e solidificano la relazione, creando un terreno comune dove confrontarsi. È anche un’occasione per stimolare la comunicazione all’interno della coppia. Perché non ci si può certo lamentare di non avere abbastanza tempo per parlare mentre si corre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *